Logo

Solarino : Minore in comunità per atti di bullismo

03 marzo 2018 – Nei giorni scorsi i Carabinieri di Solarino hanno eseguito un provvedimento della misura cautelare nei confronti di un minore di origini romene, residente a Solarino, che si è reso responsabile dei reati di violenza e minacce.
Il ragazzo è stato trasferito , per ordine del giudice del Tribunale dei Minori di Catania , in una comunità per un anno. I fatti contestati risalgono a maggio 2016 quando i Carabinieri di Solarino sono intervenuti per il ferimento dello stesso sedicenne da parte di un altro minore solarinese con un’arma da taglio. Le indagini dei Carabinieri, avevano immediatamente messo in luce una serie di atti di bullismo e soprusi subiti dal giovane solarinese, che al culmine della sopportazione ha finito per  aggredire a sua volta il suo oppressore.Lo stesso sedicenne romeno, inoltre , aveva riferito ai militari dell’Arma, che “appena compiuti i 18 anni, avrebbe ucciso il ragazzo che lo aveva ferito“. Una minaccia che i militari non hanno  sottovalutato. Nel  2017 un altro episodio di violenza , l’aggressione con calci e pugni , contro un altro coetaneo che ha subito danni fisici alla mandibola.  Comunque un soggetto che non perdeva occasione per farsi notare  , più volte è stato sanzionato dai Carabinieri “per la violazione di norme del Codice della Strada ed anche segnalato in prefettura come assuntore di stupefacenti“.Tutte queste vicende hanno quindi convinto il Tribunale dei Minori ad emettere un provvedimento restrittivo. Il  giovane, prelevato dai militari della Stazione di Solarino, ultimate le formalità di rito è stato accompagnato in una comunità in provincia di Messina . Il giudice ha inflitto al giovane  la pena di un anno per i reati commessi. – 2018 © www.augustaonline.it

L’ultima indagine italiana, effettuata su larga scala, è quella dell’Istat risalente al 2014. I risultati mostrano che poco più del 50% degli 11-17enni ha subìto qualche episodio offensivo, non rispettoso e/o violento da parte di altri ragazzi o ragazze nei 12 mesi precedenti. Il bullismo mina l’autostima e la dignità dei ragazzi e alla lunga può portare a situazioni di depressione e di ansia e comportamenti autolesivi. 

L’esperienza nelle scuole dimostra un forte legame tra il bullismo e la discriminazione basata sul sesso, la razza, l’orientamento sessuale o altre caratteristiche uniche per l’identità di una persona. Come in ogni altra lotta contro la discriminazione, i diritti umani forniscono la giusta prospettiva per affrontare il fenomeno. Per Amnesty International “il bullismo è una violazione dei diritti umani. Toglie agli studenti il rispetto e la dignità e impedisce di poter godere di diritti fondamentali quali l’inclusione, la partecipazione e la non discriminazione“.

Redazione

Quotidiano on line di informazione fondato da Gianni D'Anna nel 1992 , prima testata on line di Augusta .Registrata al tribunale di Siracusa al n.06/2001.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi