Logo

Siracusa : Munafò confermato alla guida della Uil

by / 5 aprile 2018 Provincia No Comments

Il 2° Congresso Generale Territoriale UIL Siracusa-Ragusa-Gela riconferma Stefano Munafò  segretario generale territoriale con lo slogan “Essere al fianco di chi ha bisogno con le lotte se occorre, con i servizi ogni giorno con il nostro cuore sempre”.

 

05 aprile 2018  –  Un forte segnale di continuità  l’elezione di Stefano Munafò che da oltre quarant’anni  è  al vertice del sindacato. Il sindacalista  dal 2001 è alla guida della segreteria provinciale della Uil. La nomina  , come nelle previsioni della vigilia, al termine del congresso che si è svolto  nel salone congressuale del Santuario della Madonna delle Lacrime. Padre Aurelio del Santuario ha fatto gli onori di casa  ringraziando la Uil  perché  “il pranzo conviviale per gli invitati è stato offerto anche agli 80 ospiti della Caritas“.  Un segnale del sindacato che conferma l’impegno del segretario territoriale nei confronti della solidarietà. Un’affollata platea qualificata ha seguito i lavori congressuali che hanno fornito una serie di spunti sull’economia e la società del territorio.  Significativi gli interventi dell’arcivescovo di Siracusa Salvatore Pappalardo,  del sindaco Giancarlo Garozzo e dell’assessore regionale all’Agricoltura  Edy Bandiera. I lavori sono stati presieduti dal segretario organizzativo Uil regionale Luisella Lionti.  Autorevoli  gli interventi del segretario organizzativo nazionale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, del segretario regionale della Uil Claudio Barone e del direttivo territoriale uscente composto da Giorgio Bandiera, Alda Altamore, Saveria Corallo, Maurizio Castania, Giovanni Iacono e il tesoriere Raffaele Spadaccino. Importante anche l’apporto di numerosi ospiti che hanno arricchito il dibattito e il confronto. I lavori sono stati aperti  “dal telegramma di saluto del segretario nazionale generale della Uil Carmelo Barbagallo“.  Presente anche Roberto Alosi  segretario territoriale della  Cgil, mentre Paolo Sanzaro della Cisl  ha inviato un telegramma. Sono intervenuti  diversi protagonisti del territorio che con la loro presenza hanno inteso dare un contributo : il sindaco di Melilli Giuseppe Carta, il presidente di Assoporto Augusta Marina Noè,  Benedetto Brandino di Sicilia Impresa,  Domenico Tringali di Confindustria Siracusa. Significativa anche la presenza della pattuglia di sindacalisti che hanno voluto dare un una testimonianza ai lavori congressuali. Il segretario della Uil di Agrigento Gero Acquisto,  Cinzia Fruscione della Uil Scuola,  Marco Faranda della Uilm,  Andrea Bottaro della Uiltec,  Giuseppe Vaccarella della Uilca,  Paolo Scimitto della Uilpa. 

Stefano Munafò ha sostenuto che :  “La società italiana e la società meridionale in particolare, hanno bisogno di riforme vere e di impegni autentici, per la soluzione di antichi e nuovi problemi. Il primo è quello della mancanza di lavoro e di prospettive per le nuove generazioni. A quattro anni di distanza dal Primo congresso territoriale della UIL di Siracusa, Ragusa e Gela, celebriamo il Secondo congresso, al termine di un cammino che nei primi tempi ha forse trovato delle difficoltà, che d’altra parte erano naturali in un momento di forte trasformazione delle strutture tradizionali“.  Poi Munafò ha fatto un quadro dell’attuale situazione del mondo del lavoro  :  “Da fonte sindacale  – ha affermato il sindacalista – si sostiene che il tasso di disoccupazione nella provincia di Siracusa sia arrivato al 24 %, mentre era all’11,5 % dieci anni fa . Da parte imprenditoriale si afferma che siamo addirittura al 25,7 %. A dirlo è l’attuale presidente di Confindustria Siracusa Diego Bivona, il quale aggiunge che la disoccupazione giovanile naviga intorno al 62,7%. Per Ragusa il tasso di disoccupazione oscilla intorno al 19,5%.  Sindacato e imprese –  continua Munafò –  non possono che operare affinché le attività produttive industriali non intacchino il livello delle compatibilità ambientali, perché il dovere di salvaguardia del territorio investe la responsabilità di ognuno. Bisogna sapere esattamente  – conclude – quali sono le condizioni dell’ambiente per poterlo meglio difendere“. Munafò  nella sua relazione ha toccato i punti nodali con senso pragmatico :”L’ancora dell’agricoltura grazie alla provincia di Ragusa la cui area produttiva è più florida di tutta la Sicilia, con un dato numerico che la equipara al dato nazionale. Le Infrastrutture per cui chiediamo misure di intervento immediato per fronteggiare situazioni di emergenza, sottolineando che non vanno bloccate o rallentate quelle opere pubbliche che dispongono già di finanziamento o che non hanno ancora finanziamento ma dispongono di progettualità.  In merito al Turismo si deve tenere presente che la crescita dei flussi turistici rappresenta l’elemento sul quale puntare per consolidare uno sviluppo economico basato su un settore diverso e più stabile“. Munafò ha poi accennato al comparto dei Trasporti :Abbiamo accennato al porto di Augusta ed alla ingiustizia politica della quale  è stato vittima,  – ha sostenuto Munafò – quando a livello di governo, e con la complicità del governatore Crocetta, si è voluto dare vita ad una Autorità Portuale unica con Catania. Tutto questo è avvenuto in contrasto con le indicazioni europee che avevano già individuato il porto di Augusta come il sito principale, il cosiddetto porto “Core”, del sistema portuale della Sicilia Orientale.  Questo errore non deve però scoraggiare la nostra azione, in quanto la realtà finirà per imporsi e nessuna decisione romana potrà mai togliere ad Augusta quello che la natura le ha dato. Si deve operare perché si completino i suoi collegamenti con gli altri sistemi di trasporto, ferroviari, stradali, aerei, perché siano finanziati e realizzati tutti i progetti esistenti. Non vorremmo – ha concluso – che per sostenere le pretese di Catania si finisse per danneggiare il futuro del porto di Augusta, il cui sviluppo serve a tutta la Sicilia e al Mezzogiorno“.  Dal congresso è venuta fuori l’istantanea dell’organizzazione della Uil. La segreteria territoriale generale sarà inoltre composta da Gesualda Altamore, Saveria Corallo, Maurizio Castania, Giovanni D’Avola e Sergio La Rosa, il tesoriere Raffaele Spadaccino, i revisori dei conti Agostino Egger, Pietro Gugliotta e Vincenzo Bisceglie. –2018 © www.augustaonline.it

 



 

Leggi anche

Redazione

Quotidiano on line di informazione fondato da Gianni D'Anna nel 1992 , prima testata on line di Augusta .Registrata al tribunale di Siracusa al n.06/2001.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi