Logo

Rosolini : Un arresto per detenzione di droga

I carabinieri durante una perquisizione domiciliare  sequestrano hashish. 48enne  posto ai domiciliari

 

13 marzo 2018 –  I Carabinieri  di Rosolini hanno arrestato per il reato di “detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”  Salvatore Garofalo , 49 anni,  già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. L’uomo è stato colto  in flagranza del reato nell’ambito della quotidiana attività  dei servizi di prevenzione e contrasto dei militari dell’Arma.  A seguito di riscontri investigativi i Carabinieri avevano  acquisito elementi tali da ritenere che l’uomo  spacciava droga.  Avuto il via libera hanno proceduto alla perquisizione domiciliare nell’abitazione  che era stata tenuta sotto osservazione. Quando i Carabinieri hanno bussato alla porta dell’abitazione , sin da subito, l’uomo si è mostrato particolarmente agitato e insofferente.  Nel corso della perquisizione sono stati trovati  circa 75 grammi di  “hashish” ,  materiale per la pesatura e il confezionamento delle dosi,  danaro contante in banconote di piccolo taglio. I riscontri hanno confermato l’attività illecita che ha permesso ai militari  di comunicare  all’uomo  l’arresto ai domiciliari  come  disposto dall’Autorità Giudiziaria di Siracusa.  Nei prossimi giorni l’uomo, assistito da un legale di fiducia, sarà ascoltato dal Gip che dovrà decidere sull’applicazione o meno della misura cautelare in attesa del processo.  I Carabinieri  di Rosolini  continuano a prestare la massima attenzione sul territorio, con  servizi di controllo proseguendo con incisività i servizi di prossimità  predisposti posti in essere dai Carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati “alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio e al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri”.  

 

Nel 2017  – secondo la  Relazione europea sulla droga dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze –  si è registrato un calo nella quantità di sequestri della cannabis in foglie  (marijuana) e la resina di cannabis (hashish)  che sono i due prodotti principali  presenti sul mercato europeo della droga. Secondo il rapporto europeo :”I prodotti a base di cannabis rappresentano la quota più ampia (38 %) del mercato al dettaglio delle sostanze illecite in Europa, con un valore stimato di 9,3 miliardi di euro (intervallo probabile: 8,4- 12,9 miliardi di EUR). Le foglie di cannabis consumate in Europa sono sia coltivate internamente sia importate da altri paesi. Quelle prodotte in Europa sono coltivate prevalentemente al chiuso. Gran parte della resina di cannabis è importata, soprattutto dal Marocco. Segnalazioni recenti indicano un cambiamento nelle rotte di traffico della cannabis, con un aumento per foglie e olio di cannabis dai Balcani occidentali, in particolare dall’Albania, per effetto dell’aumento della coltivazione di cannabis in tali paesi. Inoltre, vi sono prove oggettive che la Libia è diventata uno snodo importante per il traffico di resina verso varie destinazioni, tra cui l’Europa“.


Leggi anche

Redazione

Quotidiano on line di informazione fondato da Gianni D'Anna nel 1992 , prima testata on line di Augusta .Registrata al tribunale di Siracusa al n.06/2001.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi