Logo

Musica : Il Blues di Ben Harper e Charlie Musselwhite

No Mercy in This Land è il nuovo album di Ben Harper & Charlie Musselwhite.  Il groove indistinguibile di due blues man  che nel 2014 hanno vinto  un Grammy per  Get – Up ! come  miglior  Album Blues. 

 

Un chitarrista e un armonicista con il blues che scorre nelle vene, chitarra e armonica sono il cuore del blues primordiale. Una coppia voluta da John Lee Hooker che li fece incontrare  in studio per registrare il brano  “Burnin ‘Hell”.  Harper e Musselwhite scoprirono  un groove, una passione comune per il blues  e per la ricerca di vecchi brani in dischi polverosi. Una ricerca esasperata di una melodia perduta nel profondo dell’anima. L‘Album “No Mercy in This Land”   mostra l’unione profonda nel blues che Harper e Musselwhite continuano a sviluppare. Harper  magistralmente sfodera una gamma vocale che porta al livello più alto l’agitazione dell’anima.  Musselwhite si piega e soffia nella sua armonica mentre Harper intreccia frasi malinconiche e giri di note.  Il blues di Harper geme nelle prime quattro battute della canzone d’apertura dell’album, “When I Go” , si muove lentamente in una classica melodia a lenta combustione. “Bad Habits” è una melodia  blues di salto superiore che offre un tema senza fine del disfacimento dell’amore  : “come un enigma in una scatola / ma io sono quello che viene tutto a parte“.  Una canzone soul classica, “Love and Trust”, ricorda il meglio  Curtis Mayfield e Mavis Staples. Con la sua atmosfera alla  Muddy Waters  “The Bottle Wins Again”  che potrebbe essere la migliore canzone dell’album, maschera il suo messaggio sulle gioie e l’angoscia di bere, gioie e dolori dell’alcol,  una melodia scintillante e urlante.  Un pianoforte gospel apre la ballata “When Love Is Not Enough” che ricorda “I Got the Blues”  di Sticky Fingers. La title track contiene la voce  di Musselwhite in una canzone che potrebbe quasi essere un inno per i tempi difficili di oggi: “Quale sarebbe la prima cosa che diresti al Signore / non ti prego, per favore, aiutami a capire / non c’è misericordia questa terra? “. Eppure, proprio alla fine del brano,  la musica si interrompe per un momento, mentre Musselwhite chiede con insistenza “se la misericordia esista o meno per la madre uccisa, sepolta sotto la lapide che sta guardando“. Harper e Musselwhite suonano come se avessero suonato insieme per tutta la vita; il songwriting e il gioco ambientano “No Mercy in This Land”  in una categoria a parte, e non è troppo presto per dire che questo è uno dei migliori album dell’anno, da non perdere.  (  “Ordina l’album” ) 




Questo disco, per me, sembra l’album che ho cercato di scrivere. – ha spiegato Ben harper –  la profondità che ho cercato di raggiungere come musicista, produttore, scrittore. Questo sembra che rappresenti tutti gli altri dischi, il più forte e il più chiaro. Età e tempo, esperienza e maturità. È un disco in cui ho dimostrato di essere maturo. E’ un ritorno alla forma. Il mio primo lavoro era tutto blues. I primi concerti sono stati tutti gli assoli di blues solista. Questo è un disco in cui ho dovuto vivere. Dovevo crescere nel blues. Dovevo maturare nel genere fino al punto in cui dimostrare che non  stavo prendendo in giro“. Oltre quattro anni dal precedente lavoro premiato con un Grammy.  “Penso di aver messo tutto me stesso per completare  questo album. – sostiene Harper – Non ho lasciato andare nulla al caso. Ho avuto il coraggio di misurare questo album con i miei eroi blues.  Nel momento in cui ho smesso di registrare Get Up! Sapevo che questa era la strada giusta .  Il modo in cui è stato accolto dalla comunità blues ha significato molto per me“. Il duo è impegnato in una lunga tournée  :  dal 7  maggio al 30 settembre tra Stati Uniti e Canada con puntate in Australia. Qualche data è stata riservata per i fans europei : il 23 giugno a Copenhagen in Danimarca; 11 agosto saranno a Tarvisio in Italia ; il 12 agosto a Winchester nel Regno Unito; il 16 agosto a Banicassim in Spagna .  Gianni D’Anna  © 2018 AnonimaPop by www.augustaonline.it

 


Da dove leggete Augustaonline?

View Results

Loading ... Loading ...





Leggi anche

Gianni D'Anna

Un artigiano del giornalismo che ama scrivere le notizie parola dopo parola. Isolano convinto...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi