Logo

Augusta : Programma o promessa elettorale 5 Stelle? Cultura, Beni Culturali e Sport


Dopo il primo capitolo “Urbanistica e Lavori pubblici” e il secondo Bilancio e Sviluppo con Augustaonline sta proponendo ai propri lettori una serie di approfondimenti della redazione sullo stato dei fatti dell’attuazione reale del Programma elettorale 5 Stelle a oltre due anni dall’insediamento della giunta Di Pietro. Continuiamo con il terzo capitolo relativo a : Cultura , Beni e Sport , uno dei punti del Programma della giunta Di Pietro che rappresenta una delle maglie nere, con poco o nulla di realizzato.
Ricordiamo che a febbraio l’assessore Giuseppina Sirena è stata al centro di una lunga polemica per alcune affermazioni che la stessa aveva pubblicato sul proprio profilo Facebook. A febbraio I consiglieri comunali di minoranza Aviello Salvatore, Beneventano Del Bosco Alfredo, Canigiula Enzo, Di Mare Giuseppe, Errante Salvatore, Lisitano Franco, Niciforo Marco, Pasqua Angelo, Sauro Irene, Settipani Nilo, Triberio Giancarlo, Tribulato Biagio, Tripoli Alessandro.
Hanno fatto sentire il loro dissenso con una nota congiunta :” Stupisce che con tanta facilità chi dovrebbe tutelare e promuovere lo sport cittadino, invece si scaglia proprio contro chi oggi in città, si spende e paga l’assenza di strutture sportive adeguate. Non intravediamo – avevano sostenuto i consiglieri – nulla di buono nell’operato dell’Assessore allo Sport, con delega anche alla Cultura e Istruzione, non c’è traccia di qualche iniziativa del suo assessorato, in un settore insieme a quello culturale che stanno vivendo momenti mai così bui da parte di chi amministra.
Ad Augusta è diventato impossibile avere una sala comunale a disposizione per eventi, impossibile avere la luce elettrica, tutto è diventato complicato, per non parlare della grottesca vicenda legata alla gestione del Palajonio. Non siamo disponibili a ulteriori passaggi, la misura è colma, nessuno si può permettere di offendere la città soprattutto se con ruolo istituzionale. Auspichiamo
– concludeva la nota congiunta –che l’Assessore tragga le opportune conseguenze e rassegni le dimissioni eventualmente nei prossimi giorni presenteremo una mozione di sfiducia in Consiglio Comunale“.

Naturalmente non solo non sono arrivate le dimissioni, l’assessore è stato anche difeso in aula dalla maggioranza. Le difese politiche poco contano davanti a fatti inequivocabili. Il punto del programma grillino con cui il movimento ha ottenuto il successo elettorale rimane tristemente un capitolo “morto”, comunque scarsamente attivo.:
– Ristrutturazione beni architettonici : nessuna iniziativa. Rimangono tutte le criticità del passato. Il Parco dell’hangar che grazie alla campagna stampa decennale di Augustaonline, alla fondazione dell’associazione Hangar Team Augusta per iniziativa del direttore Gianni D’Anna e al protocollo d’intesa tra Associazione e Comune del 2003, era stato riaperto al pubblico. Dopo qualche anno , a causa di un cambio di guardia alla presidenza dell’associazione, tutto precipita e lentamente si spengono i riflettori sul bene architettonico che è ripiombato nell’oblio con il cancello chiuso. Parco del Mulinello, costato cinque milioni di euro di fondi pubblici, continua a rimanere chiuso e nel degrado; Castello Svevo, Castello di Brucoli, Forti Garcia e Vittoria, rimangono chiusi al pubblico; i lavori dell’ex convento di San Domenico sono rimasti bloccati; Megara Iblaea rimane una bella cartolina illustrata con numerosi problemi di accessibilità; I ponti Spagnoli al buio e chiusi al traffico pesante.
Valorizzazione del patrimonio culturale : nessuna iniziativa, l’immenso patrimonio culturale rimane fuori da ogni circuito. Bisogna dare atto ad alcune associazioni culturali locali se resiste una flebile attività culturale, spesso poco valorizzata dall’Ente comunale : Museo della Piazzaforte, manifestazione “vicoli e ronchi”, circuito religioso nelle chiese del centro storico, spettacoli lirici in Piazza Duomo.
– Tutela dei beni archeologici : nessuna iniziativa per la valorizzazione di Megara Iblaea e Canale di Brucoli;
– Promozione albergo diffuso : nessuna iniziativa;
– Concessioni delle strutture sportive esistenti : questo è l’unico punto che inevitabilmente è stato realizzato, in caso contrario le uniche strutture esistenti sarebbero rimaste chiuse;
– Realizzazioni di nuove strutture sportive : al momento non ci sarebbero iniziative in corso di realizzazione; Non solo nessuna progettazione, continua a rimanere lo “scheletro” della ex piscina comunale che è un altro inequivocabile biglietto da visita della città. La sua demolizione , già finanziata, è stata eliminata dal Piano triennale delle opere pubbliche dove, però hanno lasciato l’allargamento della strada attigua di collegamento al viadotto Federico II.
– Promozione degli sport minori : nessuna iniziativa;
– Promozione degli sport per disabili : nessuna iniziativa;
– Valorizzazione delle eccellenze sportive : nessuna iniziativa ,a parte qualche riconoscimento ad atleti che sono stati ricevuti a Palazzo di città in alcune occasioni.
© 12 gennaio 2018 © www.augustaonline.it

Leggi anche

Gianni D'Anna

Un artigiano del giornalismo che ama scrivere le notizie parola dopo parola. Isolano convinto...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi