Logo

Augusta : Discarica abusiva – La strada di nessuno

Gestione rifiuti – 

03 marzo 2017 –  La segnalazione è arrivata da Francesco C. Un’immagine scattata lungo il sistema viario denominato “ex viabilità Asi – Montedison Punta Cugno” , ribattezzata da Augustaonline “La strada di nessuno” già da decenni.  La redazione ha deciso di approfondire la segnalazione con un sopralluogo. La situazione è apparsa più grave del previsto.    Nel video , anche grazie all’autorevole contributo di Enzo Parisi di Legambiente Sicilia, la redazione cerca di attirare l’attenzione, per l’ennesima volta, sulla vicenda  di una viabilità menomata e  in evidente stato di insicurezza per gli automobilisti. Ai mancati interventi di eliminazione della strettoia della frana nei pressi della collinetta “Aprile” che da oltre vent’anni dimostra l’immobilismo degli enti preposti e dei rappresentanti dello Stato in questo territorio, si aggiunge la più recente chiusura (circa due anni) del tratto che dallo svincolo di Punta Cugno porta allo svincolo della Strada Statale 193 verso Augusta.

Una chiusura che costringe quotidianamente migliaia di automobilisti e mezzi pesanti ad utilizzare la viabilità secondaria o un lungo giro per raggiungere Augusta.  Il danno evidente  per il traffico locale che dalla zona industriale si muove verso la città, ma anche la beffa di  scoprire una discarica abusiva nel bel mezzo del sistema viario chiuso al traffico a dimostrazione che il controllo del territorio è saltato e che chiunque fa quello che vuole, anche scaricare camionate di materiale di risulta , edili, rifiuti ingombranti. Come si può vedere dal video un’intera casa è stata scaricata : mobili di cucina, camera da letto, salotto ecc.. Abbiamo cercato di segnalare la discarica al Comando di Polizia Municipale, attendiamo un riscontro. Con Enzo Parisi, che si è prestato a una riedizione della classica favola di Biancaneve, abbiamo chiesto allo specchio, trovato nella discarica :”Specchio specchio delle mie brame, di chi è questa strada del reame?” Attendiamo con speranza una celere risposta. Anche perchè nello stesso tratto, quello che porta alla zona industriale, nel novembre del 2017 è deceduto un motociclista augustano, Orazio Morello che percorreva quel tratto di strada e probabilmente ha perso il controllo della moto a causa della copiosa vegetazione che invade la carreggiata, a dimostrazione che in quella “strada di nessuno” la manutenzione non è prevista e di conseguenza la sicurezza stradale non è  contemplata.  – 2018 © www.augustaonline.it

 

Leggi anche

Redazione

Quotidiano on line di informazione fondato da Gianni D'Anna nel 1992 , prima testata on line di Augusta .Registrata al tribunale di Siracusa al n.06/2001.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi