Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Abbigliamento sportivo Meteo Augusta





Augustaonline.it



Primo Piano

Augusta - Soccorso nella Rada, affonda piccola imbarcazione

17 maggio 2017 - Una brutta avventura che per fortuna si è conclusa senza danni alle persone coinvolte. Questa notte due uomini sono stati salvati grazie all'intervenuto dell'equipaggio del mezzo di sfuggita che fa servizio presso i pontili Isab. I due si trovavano, in piena notte, su una piccola imbarcazione all'interno della Rada Megarese , nell'area dell'imboccatura secondaria, denominata "Canale inglese". Improvvisamente l'imbarcazione , per ragioni attualmente sconosciute, ha cominciato a imbarcare acqua.
I due si erano salvati arrampicandosi su pontile nella zona industriale,hanno richiamato l'attenzione per mezzo di una torcia elettrica. Per fortuna in zona c'era uno dei mezzi, che operano 24 ore al giorno nei pressi dei pontili per ragioni di sicurezza, che ha notato la richiesta d'aiuto e si è portata in zona. I due sono stati recuperati dal personale della motovedetta CP 2204 dal pontile in disuso dove attualmente è ormeggiata una delle tante navi sequestrate e in abbandono (immagine in alto a sinistra). "L'imbarcazione era semiaffondata ed assicurata in maniera precaria al pontile" (immagine a lato)come riferisce una nota della Capitaneria di Porto di Augusta che era stata allertata dall'equipaggio del mezzo di sicurezza portuale .
I due occupanti "sono stati prelevati dai Militari della Guardia Costiera, e condotti presso il Comando della Guardia Costiera: una volta appuratone le buone condizioni di salute, - spiega la nota - sono rientrati ai loro rispettive residenze. Sono in corso accertamenti per comprendere le dinamiche dell'accaduto e le ragioni per cui i due uomini si trovassero in quella zona". Nelle prossime re sarà predisposto il recupero del natante semi-affondato . La Guardia costiera adesso probabilmente dovrà ricostruire i motivi del "naufragio" e l'esatta dinamica, soprattutto capire perché e cosa facevano i due, in piena notte, all'interno della rada e vicino a un pontile. Le vigenti ordinanze vieterebbero, per ragioni di sicurezza della navigazione e delle norme internazionali di security , entrate in vigore subito dopo l'11 Settembre 2001, la presenza di mezzi non autorizzati nella Rada , dove sarebbe anche vietata la pesca. © 2017 © www.augustaonline.it




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.