Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
    AUGUSTA ON LINE,www.augustaonline.it,augusta, notizie,informazione,tempo reale
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Young Artists Plus amazon.bonus-docenti





Augustaonline.it



Attualità

Lei , lui e l'altro , carriere bruciate per nulla?

11 gennaio 2017 - La Procura di Roma ha chiesto l'archiviazione per l'ex ministro allo Sviluppo economico Federica Guidi, il suo compagno , l'augustano, Giancluca Gemelli, per Nicola Colicchi e l'ammiraglio Giuseppe De Giorgi, ex capo di Stato Maggiore della Marina Militare. I quattro sono stati protagonisti la scorsa primavera/estate di un'articolata indagine partita da Potenza e arrivata , non si sa come, nel cuore del porto di Augusta. Il ministro ha ritenuto fare un passo indietro e si è dimessa, Gemelli ritenuto una sorta di puparo è finito nel tritacarne dei media e del social network, così come l'ammiraglio che ha subito l'onta alla fine di una carriera, ritenuta da tutti, esemplare. L'accusa ipotizzata era "Associazione per delinquere, abuso di ufficio e traffico d'influenze illecite".
Gianluca Gemelli , imprenditore augustano, all'epoca dell'inchiesta potentina , era commissario delle Piccole Industrie. Si dimise quando scoppio la bufera attorno alle sue telefonate e contatti romani. Le sedi megaresi delle aziende furono perquisite, per lui l'ipotesi di reato era "corruzione e traffico d'influenze illecite." Sin dal primo momento Gemelli dichiarò la sua innocenza : "Con riferimento alle notizie di stampa che mi riguardano, mi preme sottolineare la mia estraneità a ogni condotta illecita e rendo noto che, per il tramite del mio avvocato Paolo Carbone del foro di Salerno, ho già chiesto al Procuratore della Repubblica aggiunto presso il tribunale di Potenza di poter chiarire la mia posizione. Esprimo piena fiducia nel lavoro dei magistrati - ha aggiunto - che ritengo essere in questa fase i miei unici interlocutori". Oggi contattato da Augustaonline Gemelli non ha ritenuto commentare l'attuale epilogo della sua vicenda giudiziaria in attesa della definitiva decisione del giudice.
E' andata peggio alla sua compagna, la ministra dello Sviluppo Economico Federica Guidi, che alla fine di marzo 2016 presentò le sue dimissioni con una lettera a Matteo Renzi. Una decisione ,presa in completa autonomia, che oggi suona come una beffa, visto che il PM ha chiesto l'archiviazione. Le dimissioni furono salutate con grande entusiasmo dall'opposizione, compresi quei 5 Stelle che qualche settimana fa hanno deciso , con un voto in rete, che l'iscrizione nel registro degli indagati non comporta nessuna iniziativa nei confronti degli eletti del movimento. Ricordiamo che Federica Guidi era stata ascoltata ,giuridicamente, come "persona informata sui fatti" quindi neanche come indagata.
Gli investigatori hanno registrato alcune conversazioni tra la ministra e il compagno che era il titolare di Industrial Technical Services, nata nel 2006, è la società di Gemelli che offre servizi di Management nell'ambito delle attività di costruzione, avviamento e manutenzione d'impianti chimici, petrolchimici, petroliferi, farmaceutici e di produzione di energia. ITS vantava appalti e subappalti anche in Congo e Nigeria, terre ricche di petrolio, dove sono impegnate le società leader del settore come Eni e Total. Gli investigatori ritenevano "interessante la parabola ascendente del giovane ingegnere augustano" che negli ultimi due anni ha incrementato il suo business. Ancora una volta appare evidente che la girandola indiscriminata d'intercettazioni pubblicate sui media nazionali e locali, senza un'adeguata azione di verifica , a prescindere, crea "mostri" che poi alla fine dell'iter investigativo risultano estranei alle accuse, come in questo clamoroso caso che oggi nessun quotidiano nazionale ha pubblicato.
La vicenda che nella primavera e per tutta l'estate dello scorso anno ha creato parecchio scalpore ad Augusta ha creato terra bruciata attorno al giovane imprenditore che era stato indicato come probabile consigliere dell'IAS dall'Irsap, la controllata regionale che gestisce il depuratore consortile dell'area industriale Siracusana, che smaltisce circa 14 milioni di metri cubi di reflui industriali e circa 6 milioni di reflui civili. Nel 2015, a dicembre, era stato nominato commissario di Confindustria Siracusa. Poi lo stop improvviso per l'inchiesta "Tempa Rossa" con appendice augustana. Molti addetti ai lavori ,comunque, allora non riuscivano a comprendere se e quali "vantaggi" reali l'imprenditore avrebbe ottenuto. Oggi la richiesta di archiviazione da parte dell'accusa conferma quei dubbi, ma oramai è tardi. Adesso non rimane che attendere la decisione del giudice che dovrà decidere se chiudere definitivamente la vicenda legata all'ex ministra Guidi, al giovane imprenditore augustano Gemelli, all'ex Capo di Stato Maggiore De Giorgi. Carriere bruciate. Comunque la pensiate viva l'Italia. Gianni D'Anna © 2017 © www.augustaonline.it





© 2016 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
Risoluzione consigliata 1024x768-