Alberghi Siracusa Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta

|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Hotel ad Siracusa Calendario Eventi Le nuove frontiere della pittura Meteo Augusta







Provincia

Siracusa : personale di Giuseppe Bombaci alla Galleria Quadrifoglio

Augustaonline.it

28 novembre 2017 - Dal 9 al 30 dicembre la Galleria Quadrifoglio di Via Santi Coronati 13 (Ortigia) ospiterà la personale di Giuseppe Bombaci "After the storm only dust" (Dopo la tempesta solo polvere) a cura di Mario Cucé. La mostra sarà inaugurata sabato 9 alle 18 alla presenza dell'artista. La mostra resterà aperta tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 20.
In "After the storm only dust" propone un'installazione e alcune recenti opere pittoriche realizzate con tecniche miste. Nella brochure che accompagna la mostra figurano testi di critici e artisti, come Claudio Cavallaro, Loris Di Falco, Francesco Piazza, Francesco Siracusa e Ettore Pinelli . Quest'ultimo sottolinea "come il titolo evochi l'esperienza pittorica di molti artisti, per i quali la creazione dell'opera somiglia a una tempesta emozionale e intensa: dopo il turbinio, il ritrovato equilibrio e la polvere sedimentata stanno a indicare che l'opera d'arte è compiuta".
Per Cavallaro, l'arte di Bombaci è "un ponte tra dimensioni coesistenti nello spazio-tempo", che ci conduce oltre "la dimensione materiale, accompagnandoci in una realtà immateriale e concreta, che esiste al di là del tempo ma con cui non avevamo la capacità di relazionarci". Anche per Francesco Piazza l'autore "impone riflessioni e indirizza lo sguardo sollecitando la curiosità nei confronti di immaginifici mondi, costruiti meticolosamente su un'altra dimensione", mentre per Loris Di Falco Bombaci "dipinge figure dal nero con lampi di luce rosa, distanti da noi, uno viene dal passato, gli altri sono alieni. In una bacheca che li scherma sembrano proiezioni televisive, in realtà sono conservati sotto vetro come fossili in un museo".
Francesco Siracusa, invece, sottolinea "come nella sua ricerca espressiva Bombaci ponga grande attenzione al medium pittorico, alla scelta delle superfici: gli interventi pittorici sono contraddistinti dal sovrapporre e dal togliere la materia, la quale trova forza nella stratificazione di una accurata scelta cromatica, con tinte capaci di raccontare sensazioni crepuscolari".

Giuseppe Bombaci è nato a Siracusa nel 1978. Si diploma all’Istituto Statale d’Arte A. Gagini della sua città. Tra la fine del 1998 e il 1999 si trasferisce prima a Firenze poi a Milano, dove frequenta, presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, il corso di pittura di Alberto Garutti del quale diviene anche assistente. Successivamente lavora come assistente presso lo studio di Giuseppe Maraniello e segue il suo corso presso l’Accademia di Brera. Nel 2001 la sua prima personale “Fantamemore”, a cura di Luca Beartice e Alberto Zanchetta, alla Galleria Interno & DumDum di Bologna.
Del 2008 la personale “Carnale”, a cura di Stefano Castelli, alla Galleria la Veronica Arte Contemporanea di Modica (Rg) e la bipersonale “Bifocale scomposta”, Bombaci – Cassani, a cura di Loris Di Falco, alla Galleria Obraz di Milano. Nel 2010 espone “Zen-zero (Il sogno della pittura genera sogni)”, a cura di Alberto Agazzani, Galleria Arte San Lorenzo di Milano. In questi ultimi anni ha alternato la sua attività di tutor di tecniche pittoriche presso l’Accademia di Belle Arti di Brera e numerose mostre in giro per l'Italia, presso gallerie private e istituzionali. © 2017 © www.augustaonline.it



Booking.com




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.