Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Destinazione natura in Italia Calendario Eventi Libri scolastici -15% Meteo Augusta





Augustaonline.it



Attualità

Via Epicarmo :Fioccano le prime multe per sosta vietata

12 settembre 2017 - A distanza di sei giorni dall'istituzione del divieto di sosta in Via Epicarmo, nel tratto tra le vie C. Colombo e Garibaldi, lato ovest, fioccano le prime multe. Una decina per cominciare. Mercoledì scorso la squadra lavoro del comune ha posizionato due cartelli di divieto di sosta e fermata in un lato della via. Nei giorni seguenti solo i residenti, nel tratto di strada, hanno rispettato il divieto, tutti gli altri hanno continuato a parcheggiare come se il divieto non fosse presente. Il divieto è ben visibile all'inizio dell strada e al centro. E' stato richiesta più volte da rappresentanti dei mezzi di soccorso : ambulanze, vigili del fuoco, perché in alcune occasioni i mezzi in situazioni d'emergenza sono stati rallentati.
Il divieto secondo l'ordinanza n. 159/2017 firmata dal responsabile dell'VIII settore Antonino Barbera è stato necessario :"Considerato che l'ingombro di alcuni veicoli in sosta riduce a meno di tre metri la carreggiata, comportando notevoli difficoltà al passaggio di mezzi di soccorso, impegnati in operazioni d'mergenza; ritenuto che tale situazione compromotte gli interventi effettuati dai soccorritori prolungando notevolmente i tempi d'intervento, si rende necessario interdirela sosta e la fermata".
Per i residenti si è trattato di rinunciare a una trentina di posti auto, in una zona che già ha carenze di posteggi. Non parcheggiare, nel rispetto del codice della strada, è stata la logica conseguenza. Altra cosa è stata la beffa di questi sei giorni nel vedere decine di autovetture di non residenti parcheggiate senza nessun controllo da parte del vigili urbani. Nelle città civili i cartelli sono installati e poi i divieti fatti rispettare quotidianamente dal personale della Polizia municipale. Così come sarebbe stato corretto prevedere nel lato est della strada un altro cartello con "divieto di sosta eccetto resident". Nelle città dove i cittadini non sono solo sudditi si dovrebbe fare così.
Attualmente le aree utilizzate per il parcheggio sono quelle adiacenti all'interno dei giardini pubblici, non sempre illuminate sufficientemente e spesso presidiate. I residenti non possono essere penalizzati più volte, togliendo parcheggi, anche se per motivi di protezione civile, e non agevolando il parcheggio in aree più idonee e illuminate. Ricordiamo che l'amministrazione a 5 Stelle nel suo programma aveva indicato il punto "Piano della sosta e dei parcheggi" di cui non ci sono stati riscontri pratici. © 2017 © www.augustaonline.it




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.