Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Associazione Genitori e figli Meteo Augusta








Augustaonline.it



Attualità

Megaropoly : Divorzi all'augustana di Punteruolo rosso
L'estate rappresenta sempre il trionfo della sensualità, della lussuria e dei tradimenti occasionali, linfa per le tante riviste di gossip. Tante avventure all'ombra delle palme o sotto gli ombrelloni, nelle notti afose di mezza estate, in riva al mare, in ville appartate. Non resta che buttarci nella mischia, tra il serio e il faceto, in attesa di una fresca primavera politica cittadina che possa rappresentare il nuovo risveglio dei sensi e della coscienza comune libera.

L'estate ha portato ad un divorzio, politico, almeno a prima vista consensuale, tra Marcello Guagliardo, in arte Giordani, e Marco Stella. In passato in estate la politica andava in vacanza, dopo un ampio lavoro attuato nei mesi precedenti. Adesso non sembra esserci differenza tra l'estate e le altre stagioni,in città la Politica sembra essere sempre in vacanza. Il cittadino medio , immerso nei tanti problemi quotidiani, non sembra accorgersi del vuoto. Per molti non è cambiato l'interesse per l'amore, i pettegolezzi estivi e per la fantapolitica da ombrellone.
L'estate rappresenta sempre il trionfo della sensualità, della lussuria e dei tradimenti occasionali, linfa per le tante riviste di gossip. Tante avventure all'ombra delle palme o sotto gli ombrelloni, nelle notti afose di mezza estate, in riva al mare e in ville appartate. Non resta che seguire la corrente e buttarci nella mischia, rimanendo in attesa di una fresca primavera politica cittadina che possa rappresentare il nuovo risveglio dei sensi e di una coscienza comune. Numerose le feste private, per sopperire ai pochissimi eventi pubblici cittadini, per evitare trasferimenti in altre località della costa siciliana più attive.
Tante le feste organizzate in terrazze, giardini, a bordo piscina per salutare, in particolare,il 10 agosto, la notte di San Lorenzo e il passaggio dello sciame delle Perseidi,un evento annuale meglio noto come notte delle stelle cadenti o lacrime di San Lorenzo. In tanti sono rimasti alzati a mirare il cielo sereno notturno. I più fortunati hanno potuto scorgere il cadere delle stelle. Complice la calura estiva la nascita anche di molte coppie, come quella del frastornato Giuseppe Schermi e del deputato regionale, super presenzialista Enzo Vinciullo che neppure in estate rinuncia a mantenere alta la sua maniacale presenza.
In estate , è stato appurato, le coppie instabili scoppiano. I tradimenti, molte volte, sono causati da piccole scappatelle, alcuni, purtroppo, possono culminare in reali separazioni, anticamera di divorzi. E' il caso del divorzio politico tra il movimento di Marco Stella e quello di Marcello Guagliardo. Seppur il freddo comunicato del tenore Giordani lasci intravedere "impegni di lavoro e nuovi progetti culturali", per non alimentare discordia con l'ex compagno politico Stella. Però agli attivisti dei due movimenti non sono sfuggiti gli attriti tra i protagonisti della federazione dei movimenti. Attriti che, in breve tempo, avrebbero potuto scatenare vigorose scintille.
I comunicati di entrambe i leader appaiano , garbati e rispettosi. Come è nel costume dell'artista Guagliardo, ma anche in quello moderato di Marco Stella. Molti militanti hanno, però, fatto notare che la federazione dei movimenti, nata da alcuni mesi, abbia prodotto ben poco. Poca reale progettualità politica, con l'ombra di essere un gruppo ricreativo. Pare, inoltre, che Guagliardo abbiamo deciso di sciogliere la federazione perché non accetta l'imposizione di Stella di puntare alla candidatura a sindaco del pupillo Peppe Di Mare. Il tenore forse avrebbe voluto suggerire la propria candidatura alle prossime amministrative e per questo ha fatto sapere che "rimane sul campo per riconsegnare alla città quella grandezza storico culturale che da sempre l'ha contraddistinta".
Al tenore, che dal punto di vista politico si è mostrato carente durante le scorse elezioni, va il nostro apprezzamento per le manifestazioni organizzate in città, una sorta di "assessore esterno aggiunto" che ha tappato le appariscenti falle della mancanza di progettualità da parte dell'assessore alla Cultura e spettacolo del Palazzo a 5 Stelle. Il valore artistico e il fascino del tenore sono evidenti a tutti, ma che evidentemente non basta a farlo sfondare in politica. L'artista, amato da molti cittadini, è stato aiutato dagli uffici preposti nell'organizzazione degli eventi che si sono tenuti a Palazzo Vinci, in Piazza Duomo e nella Piazza Belvedere di Brucoli, mentre l'amministrazione restava a guardare.
Il gruppo di Stella, invece, appare come l'asso piglia tutto, con un' imminente candidatura di servizio dello stesso Marco Stella alle regionali e con il lancio alla candidatura a primo cittadino di Peppe Di Mare. E' difficile fare opposizione ai pochi atti dell'amministrazione e così, circondato da consiglieri inadeguati, anche Di Mare rischia di disattivarsi. Lo stesso Di Mare è stato uno dei primi concorrenti del nostro Megaropoly. In quell'occasione gli consigliammo di non cercare di capitalizzare subito, adesso questo divorzio tra i movimenti rischia di creargli non pochi problemi in termine di immagine. Lontano dagli occhi , lontano dal cuore recita un vecchio proverbio popolare.
Come afferma Vittorio Deriu : "Quando due persone divorziano è perché non si capiscono più. In realtà è più probabile che si siano finalmente capite". Magari ha contribuito alla rottura del sodalizio politico tra il fondatore di "Nessun Dorma" e l'ideatore di "CambiAugusta" lo stallo nelle candidature alla presidenza della regione di Nello Musumeci, che sembra sempre più lontano da una candidatura unitaria del Centrodestra. Entro martedì potrebbe essere sciolto il nodo dell'ultimo filo di speranza che il Centrodestra chiuda compatto su NelloMusumeci. Riprende vigore, invece, una candidatura forte del Centrosinistra per contrastare quella dei 5 Stelle.
Mentre il marito del sindaco Di Pietro inspiegabilmente ritirava la candidatura alle prossime regionali, non consentendo all'amministrazione di misurare il proprio consenso a metà del mandato, ai più attenti osservatori non è sfuggita la presentazione del gruppo politico giovanile "Destinazione Futuro", vicina allo stesso Di Mare, in piena calura estiva, magari per mettere in secondo piano i diverbi con Guagliardo, che dopo pochi giorni sono venuti alla ribalta. Il passo indietro del tenore potrebbe indebolire il gruppo di Stella e Di Mare, che ora devono ricorrere a nuove strategie.
Guagliardo lancia i dadi di Megaropoly e raggiunge la casella "lascia la politica e diventa messaggero culturale della città". E' ovvio che la Cultura e lo Sport in città sono moribondi. Come diceva Claudio Abbado "la cultura è un bene comune e primario, come l'acqua: i teatri, le biblioteche, i musei, i cinema sono come tanti acquedotti". L'assessore Giusy Sirena, incapace di organizzare eventi a basso costo, utilizzando il supporto delle tante associazioni, ha anche bloccato a causa dell'immobilismo, l'attività della commissione comunale di storia patria, che aveva come obiettivo la riscoperta e il mantenimento del patrimonio storico e le tradizioni della città.
Che fine hanno fatto i bandi, tanto decantati a fine dello scorso anno? Per non parlare dell'affossamento definitivo e l'involuzione del parco dell'ex hangar per dirigibili, del teatro comunale, del museo della Piazzaforte, il potenziamento della biblioteca, la valorizzazione del castello Aragonese di Brucoli, la valorizzazione del Parco del Mulinello, temi mai affrontati e sepolti tra le pieghe di un'amministrazione incapace di programmazione. Per non parlare dell'incapacità di mantenere vivi quegli eventi culturali, che con tanti sacrifici erano proposti da numerose associazioni presenti sul territorio. Molte compagnie teatrali nate dalla passione, che si esibivano durante l'estate e che insieme ad altre associazioni, come quella di Guagliardo, possono considerarsi, insieme alle tante realtà sportive, il cardine culturale cittadino.
L'azzeramento dell'azione dall'associazione Quattroterzi, che produceva in particolare lo Shortini film festival finito nella discarica dei ricordi. Magari l'assessore Sirena con una Sagra del pesce, improvvisata nel mese di settembre, cercherà di salvare la stagione in un deserto di eventi estivi. Noi rimarremo a guardare il cielo, a rimirare le stelle, in attesa che faccia giorno. Punteruolo Rosso © 2017 © www.augustaonline.it





© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
-