City Promotion Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno AnonimaPop Mappa Augusta
Prenota hotel a Siracusa
|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
    AUGUSTA ON LINE,www.augustaonline.it,augusta, notizie,informazione,tempo reale
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria Immobiliari| Italiani| Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Associazione Genitori e Figli Vuoi trasgredire? Non farti! Mappa Augusta











Augustaonline.it





Attualità

Una marcia silenziosa per non dimenticare

16 novembre 2015 - Un fiore che viene fuori dall'asfalto. Questo il simbolo scelto dall'Associazione Genitori e Figli per l'immagine della locandina che annuncia la "Marcia silenziosa, per non dimenticare le vittime della strada", iniziativa giunta alla terza edizione. L'appuntamento, che era fissato per sabato 14 novembre 2015 alle ore 9 in Piazza Unità d'Italia, ha visto la partecipazione di circa duemila persone, per la maggior parte studenti, pochi i cittadini e i genitori.
Il corteo ha attraversato le vie principali della borgata e del centro storico , lungo il tragitto l'associazione Genitori e Figli ha lasciato dei piccoli cartelli con messaggi sociali legati al tema della sicurezza stradale e prevenzione , contro l'uso di alcol e droghe che sono tra le maggiori cause degli incidenti stradali. Il corteo era aperto e chiuso dalle pattuglie della Polizia Municipale. Presenti anche i volontari della Misericordia il dirigente dei Vigili urbani, il comandante della stazione dei Carabinieri maresciallo Paolo cassia e i volontari dell'associazione Carabinieri.
Il corteo è arrivato fino in Piazza Duomo , in chiesa Madre l'arciprete Don Palmiro Prisutto ha celebrato una messa in suffragio di tutte le vittime della strada. "Mettiamoci tutti il cuore. Scendiamo in strada silenziosamente a riflettere su tutto quello che e' successo negli anni e specialmente negli ultimi". Questo l'appello del portavoce dell'associazione Antonio Caruso. "Per capire cosa fare, cosa intervenire, da dove iniziare a costruire tasselli di civiltà e educazione stradale, dove si è sbagliato, dove si può evitare che si sbagli ancora"
Nell'omelia il sacerdote ha ricordato alcuni concetti :"Abbiamo due vite. Comprendiamo l'importanza della prima vita solamente nella seconda. Nella prima vita agiata e senza problemi, spensierata. Nella seconda vita come sarà vivere su una sedia a rotelle a causa di un incidente? Nella prima vita c'era una famiglia felice, poi c'é un incidente stradale, come sarà la vita di quella famiglia senza il figlio/a ? Perché dobbiamo pensarci dopo e non prima? Oggi siamo qui per ricordare tutte quelle persone che non ci sono più. Non voglio aggiungere nessun'altra parola - ha concluso il sacerdote - Riflettiamo in silenzio. Sono interessanti gli striscioni che hanno accompagnato la marcia, ma se queste frasi non sono trasformate in fatti vissuti tutto rischia di essere inutile. Riflettiamo perché spesso anche i nostri comportamenti non sono sempre corretti."
La marcia silenziosa è un'iniziativa dell'Associazione Genitori e Figli che per il terzo anno consecutivo ha cercato di sensibilizzare la collettività sui temi del nodo incidenti stradali che negli ultimi anni hanno mietuto parecchie vittime, quasi tutte giovani. "Nei giorni scorsi abbiamo incontrato l'amministrazione - riferisce Antonio Caruso - Abbiamo chiesto maggiore attenzione e controlli. Non pretendiamo grossi sforzi. Almeno l'ordinaria amministrazione. Con i fondi che avevamo raccolto per l'impianto semaforico di Corso Sicilia abbiamo chiesto se è possibile installare un attraversamento pedonale rialzato e dei limitatori di velocità lungo Via Barone Zuppello teatro di numerosi incidenti stradali mortali".
Ogni giorno almeno 22 pedoni muoiono sulle strade europee; i pedoni sono coinvolti nel 15% dei sinistri stradali; in termini di probabilità di rischio, nel 30% dei casi di incidenti che coinvolgono un pedone, con il veicolo che viaggia a 40 km/h, il pedone muore; 1 incidente su 4, che vede coinvolto un pedone, avviene su un attraversamento pedonale (stima ACI); mentre i morti complessivi degli incidenti stradali sono in diminuzione (area europea), il numero di pedoni coinvolti in sinistri aumenta.
L'Associazione Genitori e Figli si conferma leader nelle politiche di prevenzione e utile strumento sociale di sensibilizzazione sulle tematiche che coinvolgono le giovani generazioni, la loro attività meriterebbe un pò più di attenzione da parte delle istituzioni e delle forze dell'ordine. Gianni D'Anna - 2015 © www.augustaonline.it






© 2015 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
Risoluzione consigliata 1024x768-