Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Abbigliamento sportivo Meteo Augusta





Augustaonline.it



Primo Piano

Visita Annunziata : botta e risposta tra Sindaco e Art.1-DP

11 aprile 2017 - "Il neo designato Presidente della AdSP del mare di Sicilia Orientale, Andrea Annunziata, ha deciso di iniziare il suo giro di incontri informali con le istituzioni del territorio venendo a trovarmi stamattina nel mio ufficio". Lo riferisce in una nota la prima cittadina Maria Concetta Di Pietro inviata alla redazione oggi alle 14.09. A oltre 24 ore dall'incontro con il "presidente con due sedi" l'attuale inquilina del Palazzo ha voluto condividere con la stampa locale : "Ritengo che, nel clima avvelenato dalla decisione di spostare la sede a Catania , anziché ad Augusta ( semmai lo "scellerato" decreto verrà pubblicato!), questa scelta sia stata un importante gesto di apertura che ho apprezzato - sostiene - Nell'incontro, dopo una parentesi relativa alla vicenda della sede, in relazione alla quale ho ribadito che continueremo a intraprendere ogni azione necessaria per far sì che la sede rimanga nella nostra città, si è subito parlato dei temi concreti del nostro territorio".
La nota inviata alle testate e ai blog locali è servita anche per rispondere alle solite critiche mosse da uno degli esponenti dell'opposizione e lanciare un segnale inequivocabile. "Non posso non richiamare l'ennesimo comunicato "infelice "di un consigliere dell'opposizione che, forse ringalluzzito dall'assenza di denunce per diffamazione, continua a lanciare accuse pesanti sull'operato di quest' Amministrazione". Giancarlo Triberio recentemente transitato dal PD al movimento Art1-DP aveva affermato che :"Pure in questo cruciale frangente per il futuro mantenimento della sede dell'Autorità portuale, la massima rappresentante della città continua a tenere nascoste le sue azioni ai cittadini".
La risposta della prima cittadina non si è fatta attendere :"Cambiare un "nome di partito" non cancella di certo origini e appartenenza. Le accuse di "opacità e ambiguità" le rispediamo al mittente. Il consigliere comunale è lo stesso che ha invitato il Commissario alla Depurazione a un evento di partito piuttosto che al Consiglio Comunale. Forse il consigliere, - conclude la nota - così legato al "vecchio sistema politico" pensa di essere ancora ai tempi della Corte nella Reggia di Versailles dove, anche il bagno del Re Sole , era un evento pubblico".
Oggi anche il deputato di Art1 - DP, Pippo Zappulla, interviene sulla visita ad Augusta del nuovo presidente Adsp, Andrea Annunziata, ricevuto ieri mattina a Palazzo di Città dal sindaco, Maria Concetta Di Pietro. "Non si riesce a comprendere, o forse si comprende benissimo, perché sia stato tenuto nella più completa riservatezza un incontro cosî importante, in un momento cosî cruciale per impedire al ministro Graziano Delrio la pubblicazione del decreto sullo scippo del Porto in favore di Catania. La sindaca Di Pietro - afferma Zappulla - cosa aveva da dire al presidente Annunziata che l'opposizione consiliare non poteva ascoltare?
Perché ha rilasciato scarne dichiarazioni, tardive e fumose, che non spiegano nulla alla sua città e ai suoi elettori? Perché
- sostiene il deputato - ricorre ancora una volta al bullismo della querela annunciata a chi protesta per l'assenza di chiarimenti alle forze politiche, sociali e imprenditoriale? L'azione dell'Amministrazione 5 Stelle continua a essere caratterizzata da opacità e ambiguità preoccupanti, che minano alla base le iniziative di quanti, sindacato in testa, - conclude la nota - si stanno seriamente battendo seriamente per il futuro economico e occupazionale. Ora è il momento che i 5 Stelle dicano parole chiare, una volta per tutte".
Questa girandola di note e i toni forti sono la conferma che il clima rimane teso, il calderone politico ribolle in vista delle prossime elezioni. Nessuno intende lasciare spazi vuoti all'avversario. Ogni occasione è utile per affermare le proprie tesi. Appare evidente che l'obiettivo primario dovrebbe essere riportare a casa la sede dell'Autorità portuale scippata in maniera gigionesca da istituzioni dello Stato in accordo con la Governance regionale. Continuando a litigare si mette in pericolo quel fronte comune che da mesi tenta di opporsi a un'operazione studiata a tavolino ma scoperta in tempo. Un punto a favore è stato il ricorso al Tar di Catania di Assoporto Augusta che tenta di mediare tra tutti i protagonisti di questa assurda vicenda. © 2017 © www.augustaonline.it




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.