Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Young Artists Plus Meteo Augusta





Augustaonline.it



Primo Piano

Augusta : Forza Italia riparte da Enzo Canigiula

18 marzo 2017 - Ieri sera nella sede intitolata a Rino Lazzari il consigliere comunale Enzo Canigiula ha ufficializzato la sua adesione al partito Forza Italia. Alla conferenza stampa erano presenti uno dei fondatori del circolo Andrea Timonieri, il coordinatore provinciale Edy Bandiera e decine di simpatizzanti. "Si riesce a mettere in moto, con nuovo entusiasmo - ha sostenuto Edy Bandiera - Forza Italia ad Augusta, attraverso questo circolo che andremo a ristrutturare. In un territorio che sta verificando la sterile azione dell'amministrazione, di questo falso mito, già abbondantemente decaduto. Un particolare motivo di soddisfazione è la scelta del consigliere comunale Enzo Canigiula di ritornare in Forza Italia. Un evento importantissimo perché possiamo dire di essere entrati in consiglio comunale. Canigiula conosce bene il territorio, le potenzialità e le criticità. E' importante in consiglio comunale una voce per un partito che intende ristrutturarsi. Si chiude un cerchio - ha concluso il coordinatore provinciale - per un partito che riparte con entusiasmo nuovo. L'aria che tira è favorevole, perchè la gente vuole partecipare per dare il proprio contributo".
Gli ultimi anni hanno caratterizzato la scena politica con un ridimensionamento appariscente dei partiti tradizionali a netto vantaggio di liste e movimenti che hanno fagocitato sacche di malcontento. In Italia , ad Augusta in maniera particolare, il disfacimento dei partiti tradizionali con la nota "guerriglia" scoppiata anni fa nel Partito Democratico che usciva malamente da circa otto anni di amministrazione a causa di uno scioglimento per presunte infiltrazioni della criminalità che non ha ancora trovato le conferme dovute nelle aule di tribunale dove si stanno svolgendo i processi che finora hanno mostrato moltissime incongruenze sul piano investigativo.
Un Partito Democratico che ha abbandonato al suo destino l'ex sindaco Massimo Carrubba. Dall'altra parte la città ha assistito al disfacimento di un Centro-destra che poco o nulla ha fatto per occupare spazi lasciati liberi dagli avversari, il risultato evidente è stata l'avanzata con vittoria finale dei 5 Stelle che hanno materialmente occupato il Palazzo, un'avanzata e una vittoria facilitata da un Centro-destra in ordine sparso che in campagna elettorale ha dimostrato parecchie contraddizioni fino alla negazione di apparentamenti che hanno pemesso ai grillini una vittoria facile.
Oggi a distanza di quasi due anni, alle porte di altre elezioni , Forza Italia si riaffaccia in città, dopo un cammino nel deserto . Lo fa con quest' adesione che riporta in aula la bandiera azzurra nella speranza di riottenere un minimo di consenso. Enzo Canigiula, che ricordiamo è stato eletto nella lista Civico 89, ha annunciato il suo "ritorno a casa". "Ringrazio il movimento Civico 89 che mi ha dato l'opportunità di essere eletto. Non rinnego nulla del recente passato. - ha detto Canigiula - Già nel 1993 ho partecipato ai primi circoli di Forza Italia, poi sono stato eletto in consiglio comunale. Farò la mia dichiarazione ufficiale nella prima seduta di consiglio utile, giovedì 23 marzo. Il mio ritorno è stato spontaneo, non ci sono state bisogno di incontri o riunioni. In aula rimarrò , per adesso, nel gruppo con i consiglieri "Augusta 2020". In aula continuerò la mia azione di controllo, con un occhio al programma elettorale di quest'amministrazione che a distanza di due anni mi sembra disatteso come per esempio in materia di "sicurezza stradale" specialmente in zone come l'attraversamento pedonale di Corso Sicilia".
Augustaonline ha chiesto quale strategia sarà messa in campo sul territorio per le prossime elezioni regionali. "Nutriamo del sano ottimismo - ha spiegato Bandiera - E' vero che siamo stati assenti, come anche altri partiti importanti. Nei territori c'è stato un proliferare di movimenti e liste civiche. Ma ogni fenomeno è legato ai meccanismi elettorali. Sono certo che le liste civiche arretreranno, specialmente se le elezioni sono regionali o nazionali. Perchè bisogna superare il limite del 5%. Ci stiamo organizzando in tutta la provincia. 5 stelle ha un limite invalicabile , non si allea con nessuno, quindi deve superare quelle percentuali che gli potrebbe permettere di governare da solo. Se vince 5 Stelle significa che hanno perso tutti gli altri. Lo sforzo sarà quello di creare un fronte ampio per fronteggiare queste dinamiche per giocarci la partita. Il Centro-sinistra difficilmente tornerà a governare la Sicilia. Il 5 Stelle si è rinvigorito grazie alla scissione del PD. Faremo la nostra campagna a viso aperto, quello che sta vivendo Augusta potrebbe essere il destino della Sicilia e della Nazione".
Riorganizzazione e preparazione di una campagna elettorale i punti salienti di un ritorno degli azzurri in città sulle orme di Rino Lazzari che era maestro di moderazione e dialogo. Appare una missione, per certi versi impossible, con tanti limiti e pregiudizi. Vero è che ripartire è difficile, ma provarci è l'unica via percorribile. © 2017 © www.augustaonline.it





© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
Risoluzione consigliata 1024x768-