Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Hotel | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Abbigliamento sportivo Meteo Augusta





Augustaonline.it



Primo Piano

Riflessioni politiche della Federazione #perAugusta

22 giugno 2017 - Martedì 20 la Federazione #PerAugusta che riunisce i movimenti civici CambiAugusta e Nessun dorma ha incontrato la stampa locale per una riflessione politica su alcune vicende augustane. La notizia principale è relativa alla "violazione della norma sulla presentazione della relazione semestrale da parte del sindaco". L'ha comunicato il dirigente dell'ufficio dell'assessorato regionale Enti locali cui il consigliere Giuseppe Di Mare si era rivolto. La norma fa riferimento a "decadimento dei sindaci per violazioni di legge" . Di Mare ha riferito che :" Siamo convinti ci sia stata una violazione , per questo abbiamo chiesto di essere ascoltati dalla regione. Gli enti competenti decideranno in merito".
Si tratterebbe di una sorta di "cartellino giallo" che la regione ha presentato al sindaco Di Pietro per aver ritardato di cinque mesi la relazione annuale. Il comune ha inviato le controdeduzioni , si attende adesso di conoscere ulteriori sviluppi. Il presidente Roberto Meloni ha esordito sostenendo che :"L'estate è un buon momento per riflettere in attesa di un autunno intenso sotto il profilo politico. Ci saranno le elezioni regionali e nazionali". Meloni non ha risparmiato critiche all'amministrazione Di Pietro. "Troppe incompiute : ospedale, urbanistica, la questione portuale, la depurazione. Tutti argomenti che rimangono sulla carta e non trovano soluzioni adeguate".
Marco Stella ha salutato Marcello Guagliardo che non era presente alla conferenza stampa perché attualmente impegnato intournée in Giappone con il Teatro Massimo di Palermo. Il tenore augustano , come riferito da Stella, sta proponendo alla città per agosto l'opera lirica I Pagliacci in piazza Duomo. " Ci troviamo davanti alla non politica - ha affermato Stella - Siamo stanchi di false promesse, della maleducazione e gli attacchi sui Social network. Una sana amministrazione dovrebbe pianificare in tempo come risolvere il problema del parcheggio in una delle poche zone balneari. Siamo stanchi di porte sbattute, di assessori che abbandonano improvvisamente". Stella, da politico navigato, lancia l'appello al sindaco per "un dibattito pubblico in Piazza Duomo, magari in diretta streaming. Un confronto su temi importanti. Ci piacerebbe capire, per esempio i reali motivi che hanno indotto alle dimissioni l'assessore Miozzi."
Di "opposizione forte a quest'amministrazione " ha accennato il consigliere comunale Giuseppe Di Mare che ha voluto sottolineare che :" La città sta vivendo uno dei peggiori momenti di vita amministrativa". Il consigliere di minoranza accenna ad alcune vicende : "Faro Santa Croce . Le ripicche reciproche e personali, tra ex compagni, portate nella gestione pubblica a danno della città. E' una fotografia di come intendono amministrare. Abbiamo atteso fino a giugno per capire che si può posteggiare sulle piazze (pedonali) dove non si potrebbe parcheggiare. Le stesse piazze che lo scorso anno non potevano essere utilizzate - ha sostenuto Di Mare - mentre quest'anno il famoso paletto della legalità è stato abbattuto invitando i cittadini a parcheggiare su una piazza. Un invito all'illegalità, visto che è contro il Codice della strada".
Di Mare ha poi puntato l'attenzione sulle dimissioni dei vari assessori. "Oggi questi continui cambi , ci devono dire a cosa servono? Presentarsi per guidare una città e andare, per tentativi a trovare persone giuste che devono amministrare è la conferma di un fallimento politico". Un capitolo a parte toccato da Di mare è stato il consiglio comunale :"Nell'ultima seduta - ha sostenuto - si è superato ogni limite. La presidente, con buon senso, dovrebbe farsi da parte. Una situazione che evidentemente è sfuggita di mano". Di Mare ha concluso lanciando un appello al gruppo 5 Stelle "perché sostituisca la presidenza al più presto, perché il consiglio , secondo noi, non è tutelato". © 2017 © www.augustaonline.it




© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.