Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
Augustaonline 25 anni d'informazione indipendente
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria | Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Negozio Cucciolo Calendario Eventi Young Artists Plus Meteo Augusta





Augustaonline.it



Attualità

Augusta : Giunta sempre più rosa

05 giugno 2017 -Adriana Commendatore , ingegnere civile, 38 anni, è il nuovo assessore della giunta Di Pietro con delega all'Urbanistica. Ha giurato oggi davanti alla prima cittadina Maria Concetta Di Pietro. La nuova arrivata conferma la tendenza sempre più al femminile della giunta megarese. "Ho accettato quest'incarico con il cuore - ha esordito la professionista - Ho sempre considerato quanto sarebbe bello dall'interno fare la differenza. Ci vuole coraggio ad accettare l'incarico perché da anni esistono delle difficoltà. Il lavoro sarà fatto con le competenze di tutti gli interessati".
Si fa più forte la componente femminile nella giunta della prima sindaca della storia della città. La nomina si è resa necessaria dopo le dimissioni di Gigi Minozzi che non ha neanche completato un anno di incarico. Dalla sua nomina estiva obiettivamente la città non ha trovato giovamento nonostante le affermazioni iniziali: "Sono un tecnico. Non sono mai stato interessato a cariche politiche. - ha esordito Minozzi nell'agosto 2016 - Sono stato scelto per le mie competenze professionali che metterò a servizio di quest'amministrazione, in una città come Augusta che ha uno dei territori comunali tra i più complicati del meridione d'Italia".
L'interessato contattato non ha voluto rilasciare commenti alla stampa locale, solo a testate della sua città di residenza. A conferma che si è trattato di un assessore che forse non è riuscito a calarsi nella realtà locale. Una sorta di meteora che è passata senza lasciare tracce sostanziali del suo operato. A differenza dell'ex Adriana Commendatore dovrebbe conoscere meglio l'ambiente , è residente ad Augusta da circa trent'anni, quindi ben radicata, conosce l'ambito del comune per essere figlia di un ex dipendente, adesso in pensione.
Il primo approccio è stato schietto , improntato sulla collaborazione con tutti, almeno dalle intenzioni. Adriana Commendatore è apprezzata nell'ambito del suo lavoro, dai colleghi, questo potrebbe essere un ulteriore valore aggiunto. "Non mi piacciono le polemiche - ha chiarito - accetterò solo critiche costruttive. Parlo poco , mi piacciono i fatti". Bisognerà vedere se sarà libera di operare senza inevitabili laccioli invisibili. Le dichiarazioni d'intento sembrano andare nella direzione del tipico pragmatismo femminile, all'interno di una giunta che sembra essere affetta da un incantesimo che ha fatto fuori numerosi assessori maschi sin dalla sua nascita .
A cominciare da Nico Caramagno che si ritirò alla vigilia dell'incarico; Pino Pisani consigliere più votato e per alcuni giorni indicato come candidato sindaco, assessore Ambiente e vice-sindaco della prima ora, dimesso per ragioni personali , tornato come consulente del sindaco dopo un breve periodo di pausa; il caso più clamoroso Giuseppe Schermi assessore al Bilancio e vice-sindaco che dopo un periodo idilliaco in giunta fu clamorosamente "licenziato" su Facebook, adesso considerato "nemico pubblico numero uno" della giunta e convinto oppositore in consiglio comunale.
All'incantesimo ha resistito solo Danilo Pulvirenti che ha preso in mano l'eredità di Pisani nel delicato ambito Ambientale, croce e delizia, tra un nuovo Piano rifiuti che ha sancito la modernità della raccolta Porta a Porta ereditata dalle passate amministrazioni con qualche problemino di percorso nella gestione di Borgata e Brucoli. Con le onnipresenti discariche abusive e il grande problema mai risolto della presenza di tonnellate di amianto , anche in pieno centro storico.
Auguriamo al nuovo assessore un proficuo lavoro, nella riorganizzazione degli uffici a lei affidati e nel difficile e problematico settore dell'urbanistica che si porta dietro il problema numero uno, il famigerato Piano regolatore croce e delizia della città. Croce per migliaia di cittadini costantemente alle prese con sanatorie e permessi di costruzione , delizia per i soliti costruttori che continuano a proporre piani costruttivi che sono realizzati in assenza di un moderno Piano di urbanizzazione, mentre il centro storico è abbandonato con migliaia di immobili fatiscenti. Gianni D'Anna © 2017 © www.augustaonline.it





© 2017 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
Risoluzione consigliata 1024x768-