Alberghi Augusta Calendario eventi Immagine del giorno Mappa Augusta


|HOME | Arch. articoli| Aziende |Cconsigli utili | Meteo| Porto| Monumenti| Traffico| Numeri utili| Redazione|
    AUGUSTA ON LINE,www.augustaonline.it,augusta, notizie,informazione,tempo reale
Pubblicità |Canale viaggi| Crociere | Cucina| Editoria Immobiliari| Italiani| Ricerca| Sondaggi | Sport|

Condividi Crociere Last minute Petizione popolare per la Depurazione Meteo Augusta







Augustaonline.it





Primo Piano

I Carabinieri di Augusta arrestano i fratelli Giaccotto

immagine di repertorio 21 settembre 2016 - Un omicidio ritenuto "efferato" dagli investigatori dell'Arma . Il movente il mancato pagamento di un debito di 700 euro. I due fratelli avrebbero aggredito la vittima con 27 coltellate in diverse parti del corpo, alcune delle quali vitali (tra cui giugulare, rene sinistro, polmoni e milza). La vittima Barbaro Antonino, 67enne pensionato di Francofonte. Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Augusta hanno eseguito due ordinanze di custodia cautelare in carcere, emesse dal GIP Giuseppe Tripi , su richiesta del PM Vincenzo Nitti della Procura della Repubblica di Siracusa, nei confronti di due fratelli Antonino e Giancarlo Giaccotto, rispettivamente di 45 e 33 anni, residenti a Melilli, incensurati.
L'accusa ha concordato con i risultati delle indagini della Stazione Carabinieri di Francofonte e della Compagnia di Augusta, condotte sin dal 3 Novembre 2014, quando il corpo senza vita del pensionato è stato ritrovato in un vigneto di Contrada Squarcia a Francofonte. A provocare la morte una serie di innumerevoli ferite provocate con un'arma da taglio "inferte con chiara volontà omicida". Le indagini affidate ai militari dell'Armadella della Compagnia di Augusta, condotte con lo stretto coordinamento del Procuratore Capo Paolo Francesco Giordano, hanno permesso di raccogliere un'articolata e complessa attività "numerosi gli indizi di reità, gravi, precisi e concordanti, a carico dei due fratelli".
La minuziosa attività d'indagine ha permesso di ricostruire i fatti e il movente del tragico episodio scaturito, secondo gli investigatori, da un banale ritardo di pagamento. La vittima, infatti, assieme alla propria compagna, a Francofonte ,occupava un'abitazione di proprietà dei fratelli Giaccotto ai quali corrispondeva un canone mensile di locazione pari 150 euro. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri , nel corso delle indagini, a seguito di difficoltà economiche il pensionato non aveva corrisposto il pagamento del canone di qualche mensilità ai proprietari di casa che, già da tempo, ne pretendevano il pagamento.
Il 2 novembre 2014, quindi, intorno alle ore 10.20, Antonino e Giancarlo Giaccotto, avrebbero raggiunto il pensionato nella campagna dove l'uomo era intento a raccogliere l'uva e lo hanno affrontato uccidendolo. Entrambi i fratelli sono ritenuti responsabili di "omicidio aggravato per futili motivi e con crudeltà,per aver inferto 27 coltellate approfittando di circostanze di tempo, di luogo e di persona non in grado di difendersi". I due sono stati trasferiti nella casa di reclusione di Contrada Cavadonna a disposizione dei giudici. © 2016 © www.augustaonline.it





© 2016 All Rights Reserved.E' vietata la riproduzione totale o parziale senza il permesso scritto dell'editore.
-